Editor Video

L'editor video consente di modificare file e creare video di qualsiasi complessità. Potete applicare effetti video e audio effects ad oggetti modificati, trasformarli, applicare filtri e correzioni d'immagini. Tutti i popolari formati video e audio sono supportati (sia lettura che salvataggio).

Read more about Video Editor...

Convertitore Video

Questo programma serve a convertire video file da un formato ad un altro. Quasi tutti i popolari formati video sono supportati. Inoltre, il programma semplifica drasticamente il compito di convertire video da riprodurre su determinati dispositivi multimedia quali iPhone, Microsoft Zune oppure Archos. Il programma è semplicissimo da usare, dispone di una moderna interfaccia e di tutte le necessarie funzioni per processare i video.

Read more about Video Converter...

Convertitore Audio

Il convertitore audio vi aiuterà a convertire file audio da un formato ad un altro. Tutti i formati audio e codec chiavi sono supportati. Il programma vi consente inoltre di gestire playlist e meta tags, di estrarre audio dai file video e di salvare queste tracce sul vostro computer in qualsiasi formato.

Read more about Audio Converter...

Audiograbber

Questo strumento audio serve a catturare tracce audio dai CD e di salvarle nel computer dell'utente in qualsiasi formato. Quasi tutti i popolari formati e codec sono supportati. Il programma è inoltre in grado di estrarre dettagli di tracce dal server FreeDB al fine di rinominare automaticamente il file e di aggiornare i meta tag.

Read more about Audio CD Grabber...

Versatilità

Versatilità

Più strumenti contemporaneamente per elaborare file video e audio in una singola applicazione.

Alta velocità

Alta velocità

I nostri programmi
impiegano rapidi algoritmi di alta qualità per processori singoli a multipli.

Accessibilità

Accessibilità

I nostri prodotti sono disponibili per essere scaricati gratuitamente su tutti i computer e dispositivi che supportano i sistemi operativi Windows.

Come creare una maschera di faccia con il tracciamento del movimento usando i punti di riferimento

Cominciando dalla versione 6.6. VSDC include una funzione nuova chiamata i punti di riferimento di faccia. I punti di riferimento di faccia vi permettono di mettere rapidamente le maschere stilosi sulla faccia di una persona in un video. Potete scegliere i modelli delle maschere dalla collezione di VSDC o caricare il vostro immagine ed usarlo come una maschera. E sì la maschera rimarrà sulla faccia e muoverà solo come su Instagram o Snapchat.

In questo tutorial corto vi mostreremo come usare i punti di riferimento di faccia. Sentite liberi di guardare il video prima di leggere la versione testuale.

 

Come applicare l’effetto di punti di riferimento di faccia

La funzione nuova è disponibile sotto il menù Speciale FX quindi per applicarlo dovete aprire Effetti video, passare a Speciale FX e scegliere Punti di riferimento di faccia. Automaticamente l’effetto sarà applicato dalla posizione del cursore attuale. Se volete di applicarlo dall’inizio della scena, scegliete l’opzione corrispondente nella finestra spuntata «Impostazioni della posizione dell’oggetto».

Quando avete applicato l’effetto, apparirà nella tabella nuova sulla cronologia; le sue impostazioni saranno disponibili nella finestra Proprietà al lato destro. Se non potete trovare la finestra Proprietà, fate un clic destro sullo strato e scegliete «Proprietà».

Potete scaricare i modelli delle maschere direttamente dalla galleria di VSDC. In alternativa colpite «Scaricare» per avere accesso alla galleria dal programma e avete la collezione desiderata dei modelli.

How to download mask templates to use with Face Landmarks in VSDC

Tenete a mente che l’effetto di punti di riferimento di faccia è motorizzato dalle rete neurale quindi c’è poco che potete personalizzare. Essenzialmente tutto che potete fare è regolare un po’ il rilevamento della faccia di AI, la dimensione e la posizione della maschera.

 

Punti di riferimento di faccia: descrizione delle impostazioni dell’effetto

Nella finestra proprietà trovate le impostazioni dei punti di riferimento di faccia. Da lì sarete capaci di scegliere un modello, regolare la scala dell’ovale della faccia rilevata e correggere la posizione della maschera per ogni punto di controllo. Passiamo in rassegna questi paramenti uno dopo l’altro.

Gruppo di modelli. Se avete già scaricato la collezione dei modelli al vostro computer, usate l’icona Navigare per caricarla all’editor. Poi scegliere il gruppo dei modelli desiderato usando il menù a discesa.

Applicate il modello. Ogni gruppo dei modelli contiene qualche modello. Usate questo menù a discesa per scegliere il modello che volete usare nel video.

La scala della larghezza della faccia e la scala dell’altezza della faccia vi permettono di correggere l’ovale della faccia rilevata a basi delle dimensioni originali.

Notate che gli ultimi due parametri vi permettono di mettere il Valore iniziale e il Valore finale. Questo significa che potete cambiare la larghezza dell’ovale della faccia o la scala dell’altezza nel corso del tempo e la maschera regolerà opportunamente. Questo può essere utile se la dimensione della faccia nel video cambia durante la riproduzione.

button. Per mostrare l’ovale della faccia rilevata dall’applicazione, fate un clic sul pulsante Mostrare l’ellisse di delimitazione.

Il set dei parametri prossimo è dedicato ai punti di controllo, alias punti di riferimento. Automaticamente potete mettere i punti seguenti:

  • Orecchio sinistro
  • Orecchio destro
  • Punta del naso
  • Occhio sinistro
  • Occhio destro

In alcune occasioni potete avere bisogno dei punti aggiuntivi per mettere la maschera più precisamente. Questi punti aggiuntivi includono:

  • Tra gli occhi
  • Cima di testa
  • Sotto il naso
  • Fondo della faccia
  • Sotto occhio sinistro
  • Sotto occhio destro

Il rilevamento dei punti automatico funziona bene per molte volte. Però se avete bisogno di regolare la maschera in un posto particolare potete farlo. Semplicemente fate un clic sul triangolo piccolo vicino al nome del punto per espandere il set dei parametri disponibili.

Diamo un’occhiata da vicino a quesì parametri per vedere come influenzano il risultato quando modificate le impostazioni.

 

Impostazioni del punto

Usate l’angolo della rotazione se dovete rotare la maschera intorno il punto scelto in senso orario o in senso antiorario.

La posizione dell’angolo vi aiuta di cambiare la posizione dei punti situati al confine dell’ellisse.

La scala della distanza difinisce la distanza tra il punto e il confine dell’ellisse. Questo valore del parametro è calcolato a base della distanza tra il centro della faccia e il punto scelto.

La larghezza significa la larghezza della maschera.

La scala dell’altezza vi permette di correggere l’altezza della maschera.

Il parametro della Trasparenza vi permette di fare la maschera meno visibile.

L’opzione dell’immagine spacciato capovolge la maschera intorno il punto scelto.

Compensare il movimento della faccia è una modalità che volete applicare quando dovete regolare la posizione della maschera a base dei movimenti della faccia.

Allo stesso modo se la faccia genera tremoli o o scuote dovete usare Compensazione di tremolio.

 

Andate avanti e provate la funzione nuova

Nonostante la descrizione lunga usare i punti di riferimento di faccia è facile e chiaro. Scaricate la versione nuova di VSDC al vostro computer e provatelo da soli. Ricordate di iscrivervi al nostro canale su YouTube se volete di rimanere sintonizzati con gli aggiornamenti e imparare i trucchi da montare il video nuovi.

Come usare l’effetto di particelle in VSDC video editor gratis

Particelle è un effetto che potete spesso vedere in video di musica, film di fantascienza e clip romantici. È un modo sopraffino di creare la profondità e di raggiungere l’atmosfera desiderata in un video. I tipi molto popolari delle particelle usate per questo effetto sono i fiocchi di neve, i fogli, le gocce di pioggia e la polvere. Però qualsiasi immagine può essere usato come una particella compreso il vostro logo.

In questo tutorial vi mostreremo come applicare l’effetto di particelle in VSDC video editor gratis. È disponibile cominciando a versione 6.6 quindi assicuratevi di scaricarlo dal sito ufficiale.

Prima di passare alla versione testuale del tutorial, sentite liberi di guardare questo video:

Quando siete pronti, visitate la galleria dei modelli della particelle e scaricate la collezione che vi piace. Questi modelli sono gratis però sarete capaci di aprirli solo in VSDC.

Come applicare l’effetto di particelle in VSDC

Per cominciare importate il vostro video a VSDC e postate il cursore sulla cronologia proprio dove volete che l’effetto cominci ad apparire. Poi aprite il menù Effetti video, passate a Natura e scegliete Particelle - lo strato dell’effetto sarà aggiunto nella tabella nuova della cronologia. Dal lato destro vedrete la finestra Proprietà che contiene i tre gruppi delle impostazioni che userete per personalizzare l’effetto.

Per cominciare importate il vostro video a VSDC e postate il cursore sulla cronologia proprio dove volete che l’effetto cominci ad apparire. Poi aprite il menù Effetti video, passate a Natura e scegliete Particelle - lo strato dell’effetto sarà aggiunto nella tabella nuova della cronologia. Dal lato destro vedrete la finestra Proprietà che contiene i tre gruppi delle impostazioni che userete per personalizzare l’effetto.

Il primo gruppo intitolato Impostazioni comuni vi permette di chiamare lo strato dell’effetto sulla cronologia manualmente mettete il momento quando l’effetto apparisce nel video e la durata dell’effetto - in fotogrammi o in secondi.

Il secondo gruppo, Impostazioni per regolare l’effetto, contiene uno parametro: Trasparenza. Trasparenza definisce il livello della visibilità dell’effetto e può essere costante o dinamica. Quest’ultima significa che potete cambiare gradualmente la visibilità delle particelle da trasparenti a non-trasparenti e vice versa.

Per applicare il cambio graduale dovrete usare i parametri chiamati il Valore iniziale e il Valore finale. Tenete a mente che 100 significherà che le particelle sono non-trasparenti completamente e 0 significherà che sono trasparenti completamente. Ad esempio, questo è come sarà l’effetto se mettete il Valore iniziale a 10 e il Valore finale a 100.

Il terzo gruppo delle impostazioni è chiamato Impostazioni dell’effetto di particelle, e questo è dove cambiate l’aspetto delle particelle e il stilo del loro movimento. Diamo un’occhiata da vicino a questo gruppo delle impostazioni sotto.

Come scegliere il modello delle particelle

Quando applicate l’effetto video di particelle sarete capaci di cambiare la loro dimensione, la velocità del movimento e la direzione, la quantità e anche la posizione nel video. Però prima dovrete scegliere il tipo delle particelle che volete usare. Per farlo userete i menù a discesa Gruppo dei modelli e Modello.

Se avete già scaricato i modelli dalla galleria, usate l’icona Navigazione per caricare la collezione dei modelli dal vostro computer. Se avete più di una galleria caricate, usate il menù a discesa per scegliere quella di che avete bisogno.

How to download particle effect templates for your video

Ogni collezione ha qualche modello. Nel nostro esempio, la collezione chiamata «Stagioni» include i fiocchi di neve, i fogli verdi, i fogli gialli e le gocce d’acqua. Usate il menù a discesa Modello per prevedere le particelle disponibili nella collezione.

Potete caricare il vostro immagine e lo anche usare come una particella. Per farlo fate un clic sull’icona Navigare situata davanti a Immagine.

Notate che il Parametro dell’immagine anche vi permette di mettere il numero massimo degli oggetti. Però questo non è il numero delle particelle mostrati nel video. Il numero massimo degli oggetti è il parametro che definisce in quanti pezzi l’immagine delle particelle originale sarà diviso. Se il numero massino degli oggetti è uguale a 1, tutto l’immagine sarà mostrato. Se crescete il valore a 2, l’immagine originale sarà diviso in due parti e così via.

The maximum number of objects parameter in the Particle effect

Angolo del vento vi permette di cambiare la direzione del vento che definisce la direzione del movimento di particelle.

Potenza del vento influenza la velocità del movimento di particelle. Quando il valore è più alto, le particelle muovano più rapidamente.

Il parametro seguente nella lista delle impostazioni è chiamato il Movimento lineare e ha due modalità: Vero e Falso. Il primo significa che il movimento delle particelle sarà lineare e definito dall’angolo del vento che avete messo prima. Quest’ultimo significa che il movimento delle particelle sarà più caotico.

Dimensione delle particelle% e Numero massimo delle particelle devono essere auto-esplicativi. Usate questi parametri per cambiare la dimensione e la quantità delle particelle mostrati in un fotogramma.

Il parametro seguente è chiamato Usare strati. Vi permette di creare la profondità e la prospettiva trattando i tre strati del video - il primo piano, la terra centrale e lo sfondo - in modi diversi. Se attivate la modalità «Vero» le particelle avranno le dimensioni diverse su ogni strato. Inoltre sarete capaci anche di sfocarli e rotarli sugli strati scelti.

I livelli di sfocatura sono applicati alle particelle situate sugli strati sfocati e vi aiutano di farli meno distinti.

Finalmente l’opzione Rotare oggetto vi permette di applicare la rotazione alle particelle. Se cambiate questo parametro a «Falso» non ci sarà rotazione. Se attivate la rotazione cambiando a «Vero», sarete capaci di mettere la rotazione a ogni strato.

Provate l’effetto di particelle nuovo nel vostro video prossimo

L’effetto nuovo vi dà molta flessibilità e vi fornisce un altro approccio creativo da fare film. Scaricate l’ultima versione di VSDC e provatelo da soli.

Volete restare sintonizzati e scoprire più degli effetti disponibili in VSDC? Poi iscrivetevi al nostro canale su YouTube.

Come usare reframing per raggiungere un effetto perfetto di movimento lento

Per i creatori dilettanti il modo più evidente da raggiungere l’effetto video di movimento lento è ridurre la velocità della riproduzione. Però questo approccio può essere complicato. Vedete quando riducete drasticamente la velocità del vostro filmato il video comincia a sembrare instabile. È abbastanza deludente.

In questo tutorial corto spiegheremo perché ridurre solo la velocità della riproduzione non è il modo migliore da raggiungere un effetto di movimento lento e come affrontarlo invece di usare una funzione nuova chiamata reframing.

Per fortuna la versione nuova di VSDC video editor gratis include i due modalità potenti di reframing: Miscelazione e Flusso ottico. Quindi prima di cominciare raccomandiamo di scaricarlo dal sito ufficiale.

Guardate il tutorial video per vedere come reframing funziona e scoprirete più informazione sotto.

Perché i video di movimento lento a volte sembrano instabili?

Supponiamo che vogliate ridurre la velocità della riproduzione di video da 100% a 10% dalla velocità originale. Quando lo fate tecnicamente riducete il numero dei fotogrammi per secondo - o la frequenza di fps. E quando riducete il numero dei fotogrammi per secondo trasformate un video a un’animazione di stop-motion. I fotogrammi scomparsi sono la cosa che crea la balbuzie.

Per aiutarvi di visualizzare questo prendiamo un immagine di gradiente come un esempio. Un video medio riproduce costantemente senza intoppi; gli oggetti nel video muovono perfettamente - solo come la transizione del colore in un immagine di gradiente:

 

Average video plays smoothly and objects’ movements are seamless - just like colors in gradient

Quando riducete la velocità della riproduzione a 10% (che 10 volte più lento del video originale), riducete il numero dei fotogrammi mostrati per secondo di un fattore 10. È drastico. E come risultato il video diventa instabile. Torniamo alla metafora con un immagine del gradiente, sarà così:

When you reduce playback speed, you reduce the number of frames per second

Per sistemare e raggiungere un effetto video di movimento lento perfettamente liscio, dovete fare ricorso a reframing. Continuate a leggere per scoprire che cosa è e come funziona.

 

Che cosa è reframing e come funziona?

Reframing è un algoritmo che permette di migliorare i video di movimento lento con la frequenza di fps bassa creando i fotogrammi aggiuntivi.

Ci sono tre opzioni disponibili in VSDC video editor:

  • Reframing semplice
  • Modalità di miscelazione
  • Modalità di flusso ottico

Diamo un’occhiata da vicino a ogni modalità.

Reframing semplice è com’è il vostro filmato di movimento lento originalmente senza l’interpolazione di fotogrammi. È la modalità automatica.

Miscelazione vi permette di ottenere un effetto di video di movimento liscio lento riempiendo lo spazio tra i fotogrammi con i duplicati e sovrapponendo li in una proporzione definita dall’algoritmo.

 

Blending reframing mode creates frame duplicates and overlaps them

Per quelli che sentono geniali ecco qui come funziona. La proporzione dove ogni duplicato di fotogrammi sarà sovrapposto è diversa in ogni momento in un video (guardate l’illustrazione sopra). Supponiamo che il cursore muova dal Fotogramma 1 al Fotogramma 2. Se avete passato 30% del percorso, la proporzione di sovrapposizione sarà così: 70% del Fotogramma 1 e 30% del Fotogramma 2.

 

Visualization of the blending reframing algorithm

Perché il cursore è ancora più vicino al Fotogramma 1, l’algoritmo prende la maggior parte dell’immagine da questo fotogramma. Quando il cursore diventa più vicino al Fotogramma 2, la proporzione cambierà. Questo approccio è applicato a ogni pixel del video.

 

Flusso ottico è la modalità di reframing più efficace motorizzata dall’intelligenza artificiale. In questa modalità il software analizza i fotogrammi vicini e invece di duplicarli crea i fotogrammi nuovi unici.

 

Di nuovo se sentite geniali il processo è così:

  1. Prima il software prevede come sarebbe un fotogramma tra il Fotogramma 1 e il cursore se esiste.
  2. Secondo il software effettua un’analisi semplice per lo spazio tra il Fotogramma 2 e il cursore.
  3. Il risultato che vedete in anteprima è una miscela di queste due previsioni.

 

Quindi quale è il modo migliore di creare un video di movimento lento impeccabile?

Ora conoscete abbastanza come la riduzione della velocità funziona in video e che cosa è reframing potete facilmente rispondere questa domanda.

Ridurre la velocità della riproduzione è quasi mai abbastanza per ottenere un effetto di movimento lento bello. Per molte volte dovete applicare reframing. La modalità di reframing dovete scegliere - così come il risultato - sempre dipende dal filmato originale. Quando la qualità è più alta, il risultato di reframing sarà più meglio.

Ricordate che la qualità d’anteprima del video anche dipende dalla potenza del vostro computer. Se avete un computer con specifiche ridotte, l’anteprima può essere instabile. In questo caso raccomandiamo di aspettare fino a dopo avete esportato il video per giudicare il risultato.

VSDC rilascia Chroma Key avanzato - qui come usarlo

La versione nuova di VSDC porta qualche sorpresa e il set di strumenti di Chroma Key aggiornato è una di loro. Non possiamo essere più contenti con il modo con quale è uscito e siamo sicuri che anche a voi piacerà. La precisione di chroma key e la qualità del risultato è solo eccezionale, anche se vi non piaceva eliminare gli sfondi prima, probabilmente tutto cambierà quando vedete come funziona.

Suggeriamo di cominciare con questo tutorial video dello spazio di colore HSL - la funzione più eccitante nel set di Chroma Key. Poi potete leggere le istruzioni che coprono il resto delle proprietà della rimozione di sfondo.

Se non avete già scaricato VSDC 6.6 potete farlo qui.

VSDC Come applicare Chroma Key in VSDC

Per cominciare importate il vostro filmato a VSDC, poi aprite il menù Effetti video e scegliete Trasparenza - Rimozione di sfondo. La finestra Impostazioni della posizione dell’oggetto spunterà per indicare il punto dove l’effetto di Chroma key deve essere applicato al filmato. Automaticamente l’effetto è applicato dalla posizione del cursore alla parte restante del file; se volete cambiarlo - scegliete l’opzione desiderata e fate un clic su OK.

How to apply Chroma Key in the new version of VSDC

Notate che quando applicate l’effetto sarete portati alla tabella diversa sulla cronologia dove lo strato dell’effetto è situato. La finestra Proprietà scivolerà dal lato destro - dove le impostazioni di Chroma Key sono situate. Se non potete trovare la finestra Proprietà fate un clic destro sullo strato dell’effetto e scegliete Proprietà dal menù contestuale.

La finestra Proprietà contiene tre gruppi delle impostazioni:

  1. Impostazioni comuni.
  2. Impostazioni per regolare effetto.
  3. Impostazioni della rimozione dello sfondo.

VSDC Chroma Key effect settings

Le impostazioni comuni vi permettono di aggiungere un titolo allo strato dell’effetto, cambiare il movimento quando l’effetto apparisce nel video (da secondi e da fotogrammi) e la durata dell’effetto (in secondi o in fotogrammi).

Impostazioni per regolare effetto vi permettono di mettere il livello della trasparenza per l’inizio e la fine dell’effetto. Questo significa che potete mettere il valore della trasparenza costante per l’effetto di Chroma Key o potete farlo gradualmente crescere/diminuire nel corso del tempo. Per mettere il cambio graduale del livello della trasparenza, userete il Valore iniziale e il Valore finale. Tenete a mente che 100% significa la trasparenza completa e 0% significa non c’è trasparenza.

Ad esempio, ecco qui come sarà l’effetto di Chroma Key se mettete il valore iniziale a 100% e il valore finale a 10%.

Inoltre noterete che molti parametri di Chroma Key forniscono anche con l’opzione di mettere il Valore iniziale e il Valore finale. Questo significa che se volete mettere un effetto di rimozione dello sfondo dinamico, potete fare anche questo. La funzione arriva specialmente utile se il tono o il colore dello sfondo cambia durante la riproduzione.

Notate che la linea seconda in questo gruppo delle impostazioni è intitolata Applicare alla fonte. «Applicare alla fonte» significa che i cambi saranno applicati direttamente al file originale che avete caricato - alias la fonte. Automaticamente questa opzione è disattivata per accelerare il rendering. Se è disattivata, il software applica l’effetto di Chroma Key a una copia ridimensionata del video. Però dovete capire che a volte il ridimensionamento può portare alla corruzione dell’immagine minore - specialmente se il file originale non è della qualità alta. Per questo raccomandiamo sempre di usare il filmato con la qualità alta o se avete un computer potente, solo cambiate questo parametro a «Vero» e dimenticate del ridimensionamento.

L’ultimo gruppo delle impostazioni è chiamato Impostazioni della rimozione dello sfondo e vi permette di perfezionare i parametri dell’effetto di Chroma Key. Diamo un’occhiata da vicino.

Come perfezionare l’effetto di Chroma Key in VSDC

In questa parte del tutorial rivediamo i parametri fondamentali uno dopo l’altro e vi mostriamo quale è la differenza tra loro nel video.

Il primo parametro a che volete guardare è chiamato Modalità. La modalità vi permette di scegliere lo spazio del colore con che volete lavorare.

In VSDC avete tre opzioni:

  • Da colore di chromakey YUV - disponibile nella versione gratis di VSDC
  • Da colore di chromakey HSL - disponibile nella versione Pro di VSDC
  • Da maschera di chromakey - disponibile nella versione gratis di VSDC

Le prime modalità vi permettono di lavorare nei due spazi di colori diversi: YUV e HSL. La terza modalità chiamata «Da maschera chromakey» è diversa. Vi permette di caricare un immagine a VSDC e usarlo come una maschera per eliminare tutti i colori mostrati nell’immagine dal vostro video. Parleremo più di ogni modalità in un attimo.

Se scegliete la modalità HSL potete anche cambiare la Produzione. Dovete sempre usare la modalità della produzione «Composizione» quando usate Chroma key per creare una maschera. In questo caso cambiate a «Canale alfa».

Il parametro prossimo, Colore di Chromakey, vi permette di scegliere il colore per la rimozione. Raccomandiamo sempre di usare lo strumento contagocce e scegliere il tono manualmente perché il colore verde chiaro automatico non può coincidere con il colore del vostro sfondo.

Notate che nella modalità YUV potete Aggiungere il colore aggiuntivo se avete bisogno di eliminare più di un colore dal video.

Il resto delle impostazioni della rimozione di sfondo è mostrato a base della modalità che avete scelto: YUV, HLS o «Da maschera di chromakey». Diamo un’occhiata da vicino a ogni modalità sotto.

Spazio del colore YUV

Probabilmente avete sentito dello spazio di colore RGB e il sistema di codifica. YUV è un tipo diverso del sistema di codifica che definisce uno spazio di colore in termini di tre componenti: una luminosità (Y) e due crominanze (U e V).

Quando scegliete la modalità dello spazio del colore YUV, potete cambiare i valori di questi componenti usando i parametri seguenti:

  • La soglia della luminosità minima/massima (Y)
  • La soglia della crominanza minima/massima (U)
  • La soglia della crominanza minima/massima (V)

Questi parametri somo abbastanza auto-esplicativi e vi aiuteranno di eliminare le ombre verdi restanti dal video se ci sono alcune di loro. Ogni definisce la soglia per il suo componente. Ad esempio, i toni di colore che sono meno chiari della soglia di luminosità minima sono eliminati dal video. In modo simile la soglia della crominanza minima/massima U definisce la soglia per i toni del colore blu; la soglia della crominanza minima/massima V definisce la soglia per i toni del colore rosso.

Per visualizzare lo spazio del colore YUV in questo contesto, immaginate il cubo con tre strati dove i valori minimi formano lo strato più profondo - il cubo più piccolo rosso. I colori che cadono nello spazio del cubo rosso saranno eliminati dal video. I valori massimi formano lo strato esterno e i valori del colore che cadono in questo spazio rimarranno invariati. Finalmente i valori del colore tra il minimo e il massimo sono mostrati come uno spettro dei toni basati sull’effetto del livello della trasparenza che avete messo prima.

YUV color space visualization

Se tutti i tre componenti (Y, U, V) sono uguali a 0, l’effetto di chroma key non sarà applicato al video. Se tutti i tre componenti sono messi al massimo. Vedrete uno schermo nero perché tutti i valori dei colori saranno eliminati.

Notate che se cambiate Alfa adattivo dal Falso a Vero attiverete i parametri aggiuntivi che vi aiuteranno di raggiungere i risultati più migliori:

  • Il valore della somiglianza - questo parametro mette le deviazioni dei toni del colore possibili. Se è uguale a 0, il software eliminerà solo il tono che avete scelto con il contagocce. Se crescete il valore il software eliminerà i toni che sono vicini al tono scelto.
  • Il valore di miscelazione - questo parametro vi aiuta di lisciare il confine dell’oggetto quando lo sfondo è stato eliminato. Il valore più alto causa il confine più liscio.
  • Dimensione del kernel - questo parametro vi aiuta anche di fare il confine dell’oggetto più liscio. Con il valore più alto la zona del confine più grande sarà montata.

Spazio del colore HSL

HSL rappresenta Tonalità, Saturazione e Luminanza (o Luminosità). Questo spazio del colore è la funzione del livello Pro ed è più efficace per eliminare gli sondi dal video. Quando eliminate il colore dello sfondo usando il contagocce i parametri HSL vi aiuteranno di raggiungere i risultati anche più migliori. Vediamo come i suoi parametri sono diversi dalla modalità YUV.

Tonalità delta/ Tonalità delta massima - è un paio dei parametri che mettono una gamma delle variazioni dei toni di colore di chroma key basati ai loro valori della Tonalità. Il modo corretto di lavorare con questi parametri è mettere la Tonalità delta a 0 e cominciare a crescerla lentamente fino a quando vedete che la parte maggiore dello sfondo è eliminata. Poi dovete cominciare a crescere la Tonalità delta massima a un valore approssimativamente due volte più alto come la Tonalità delta quindi siete sicuri che state eliminando i colori che volete.

Luminosità delta/ Luminosità delta massima - allo stesso modo questo parametro mette una gamma delle variazioni dei toni del colore di chroma key a base dei loro valori della Luminosità.

Saturazione delta/ Saturazione delta massima mette una gamma delle variazioni dei toni del colore di chroma key a base dei loro valori della Saturazione.

Ridurre il contrasto vi permette di cambiare il livello del contrasto del colore di chroma key (che è il colore dello sfondo eliminato). È conveniente se volete vedere la differenza creata dall’effetto, però il valore di questo parametro non influenza il video risultante.

Il modo in quale Chroma Key funziona nello spazio del colore HSL è diverso dal modo in quale funziona in YUV. Essenzialmente quando applicate HLS, create una maschera escludendo il colore dello sfondo scelto e facendo questo spazio nel video trasparente. Per vedere «la maschera» cambiate Produzione a Canale alfa. La maschera sarà come un immagine in bianco e nero dove lo spazio nero è lo sfondo eliminato.

How to view chromakey mask using the Alpha channel

Diamo un’occhiata da vicino ai confini della maschera: spesso sono ruvidi e disomogenei. Per questo il video può sembrare poco professionale quando sostituite lo sfondo con un altro immagine e il filmato. Per sistemarlo potete applicare fino a 6 filtri di post-elaborazione progettati per lisciare il confine.

Post-processing filters allow you to make chromakey mask borders smoother

I filtri sono personalizzabili. Questo significa che potete scegliere le loro modalità manualmente a base di che cosa state cercando di raggiungere. Ecco qui sono le modalità disponibili per ogni filtro:

  • Massimizzare filtro - questo filtro analizza la zona intorno ogni pixel e applica il valore massimo.
  • Minimizzare filtro - questo filtro analizza la zona intorno ogni pixel e applica il valore minimo.
  • Filtro mediano - questo filtro analizza la zona intorno ogni pixel e applica il valore mediano.
  • Filtro di sfocatura - questo filtro applica il valore mediano ai pixel formando il confine della maschera.

Ogni filtro ha due parametri: Livello (la dimensione della zona analizzata) e l’ordine di scena (l’ordine in quale i filtri sono applicati).

Anche se tutti i filtri hanno lo stesso valore solo cambiando il loro ordine potete raggiungere i risultati drasticamente diversi:

Da maschera di chromakey

La terza modalità di Chroma Key in VSDC è chiamata «Da maschera di chromakey» ed è significativamente diversa dalle due modalità precedenti. In questa modalità caricate manualmente un immagine che contiene i colori che volete eliminare dal video; il software rileva i colori dell’immagine e li esclude.

Ecco qui come funziona:

  1. Andate a «Modalità della maschera di chromakey».
  2. Caricate una «Maschera di chromakey» - un immagine che contiene i colori che devono essere eliminati dal video.
  3. Ora il software confronta l’immagine e il video e elimina tutti i colori che coincidono dal video.

Quando fate questo potete andare avanti e modificare i parametri per raggiungere i risultati migliori. Alcuni parametri sono simili a quelli nella modalità YUV. Quindi diamo un’occhiata da vicino solo ai parametri unici:

Fattore del ridimensionamento della maschera - questo parametro permette di ridurre la dimensione dell’immagine caricato per accelerare l’analisi. Però dovete capire che quando l’immagine è più piccolo l’analisi sarà meno precisa e questo può influenzare la qualità della rimozione del colore.

Modalità del ridimensionamento - questo parametro vi permette di scegliere uno delle 5 modalità per ridimensionare immagine:

  1. Interpolazione del prossimo più vicino
  2. Interpolazione lineare
  3. Interpolazione cubica
  4. Interpolazione di supercampionamento
  5. Interpolazione di Lanczos

È ora di aggiungere uno sfondo nuovo

Qualsiasi approccio scegliete per eliminare lo sfondo dal video, la parte più eccitante è probabilmente aggiungere uno sfondo nuovo che può essere entrambi un video o un immagine. Ritornate alla tabella principale della cronologia ed usate il menù Aggiungere oggetto in alto dell’interfaccia per scegliere il file desiderato dal vostro computer. Poi manualmente postate lo sfondo nuovo uno strato sotto della maschera di chroma key come è illustrato sotto.

How to add a new background to a video

Usate la funzione dell’anteprima per assicuratevi che tutto è bello. Ricordatevi che potete ritornare alle impostazioni di Chroma Key in ogni momento se avete bisogno di fare regolazioni. Fate solo un doppio clic sul video con lo schermo verde per avere accesso allo strato dell’effetto di rimozione dello sfondo e usate la finestra Proprietà.

Andate avanti e provatelo da soli! Ricordate di iscrivervi al nostro canale su YouTube per ricevere una notifica quando pubblichiamo i tutorial video nuovi.

Effetto video di particelle

Particelle è un effetto video personalizzabile che vi aiuta di aggiungere le particelle galleggianti al filmato: fogli, fiocchi di neve o qualcosa altro. C’è una galleria gratis con i modelli di particelle disponibili in fondo a questa pagina però potete anche caricare qualsiasi immagine a VSDC e lo trasformare in un particella per il vostro video. Usate un modello o la vostra creatività e sarete capaci di regolare la dimensione delle particelle, la loro velocità, la quantità, la rotazione e anche la direzione del vento.

Le particelle è un effetto facile da usare per i principianti che richiede zero esperienza di montaggio. Guardate il tutorial sotto e imparerete come applicarlo in pochi minuti. Poi scaricate qualsiasi collezione dei modelli e provatelo da soli.

Notizie

VSDC 6.8 è uscita: effetti di transizioni nuovi, montaggio di gruppo di oggetti, curve di Bezier e altro ancora

Se siete insieme a VSDC per un certo periodo, forse avete notato i cambiamenti che abbiamo implementato gradualmente alla interfaccia negli ultimi anni. Il nostro obiettivo finale è fornire uno spazio...

Esplorate editor video per GoPro migliori: raccomandazioni della comunità ufficiale

15 luglio 2021 Molti accetteranno che GoPro è la telecamera che fa il vostro filmato sembrare come se è stato registrato da un professionale. Lo affrontiamo, anche le riprese migliori a volte devono...

VSDC 6.7 stende transizioni nuove e effetti di testo animato

Di tutti gli effetti ci sono due categorie di quali la comunità di VSDC si emoziona specialmente: gli effetti di transizione e gli effetti di testo. Succede così che la versione nuova porta gli aggiornamenti...

La guida per i principianti del software non lineare da montare, più esempi NLE

Se siete nuovi nel montaggio video, forse avete inciampato di un’espressione «montaggio video non lineare» o «NLE» che sta per «editor non lineare». Non permettete la terminologia di confondere...

Aggiornamenti natalizi di VSDC portano la gioia ai creatori di video

Aggiornare VSDC durante il periodo natalizio è diventato una tradizione e questo anno non sarà un’eccezione. Siamo felici di introdurre VSDC 6.6 imballato con più di una dozzina delle funzioni nuove...
 

Screen Recorder gratis

Con questo programma è possibile registrare i video dal desktop e salvarli sul computer in diversi formati. Insieme al video editor è ideale per creare presentazioni e demo.

Read more about Screen Recorder...

 

VSDC Free Video Capture programma

Il programma serve per catturare video da dispositivi esterni e e per registrarli sul computer in qualsiasi formato video. Potete salvare il video da sintonizzatori video, webcam, schede di acquisizione e vari dispositivi.

Read more about Video Capture...


Reviewed by


"VSDC Free Video Editor is a surprisingly powerful, if unconventional video editor"

- PC Advisor


"This video editor gives you tons of control and editing power"

- CNet


"The editor handles many common formats and boasts a good deal of capabilities when it comes time to alter lighting, splice video, and apply filters and transitions in post production"

- Digital Trends